venerdì 26 giugno 2015

Francia. Fallito attentato di matrice islamica in una fabbrica di Lione, un uomo decapitato

L'ombra dell'ISIS. Fermato il presunto autore, Yassin Salih, la moglie e un complice. Già noto ai servizi, aveva bandiere dello Stato islamico. L'attentato avvenuto in una fabbrica di Saint-Quentin-Fallavier, vicino Lione. Ritrovato un corpo decapitato all'ingresso dell'impianto. Il presidente francese: "E' terrorismo". Allerta innalzata in Italia.

Un attentato terroristico, probabilmente di matrice islamica, ha scosso il sud-est della Francia, a 5 mesi dalla strage allo Charlie Hebdo di Parigi. Un uomo a bordo di un'auto ha fatto irruzione nell'impianto di gas industriale Air Products a Saint-Quentin-Fallavier (mappa), dipartimento dell'Isère (30 km da Lione), e ha colpito bombole di gas provocando un'esplosione. Diversi i feriti.

All'interno del complesso industriale è stato ritrovato un corpo decapitato vicino l'impianto. La testa decapitata, trovata infilzata sulla recinzione del cortile dello stabilimento, è coperta di scritte in arabo, elemento che avvalora la pista islamica. La vittima è stata identificata come il gestore di una società di trasporti che si trovava lì per una consegna.

Il presunto autore dell'attacco, identificato in Yassin Salih, è stato fermato dalla polizia: avrebbe mostrato un drappo dello Stato Islamico. Fermata anche la moglie. Un secondo uomo, che sarebbe stato visto stamattina fare più volte avanti e indietro davanti alla fabbrica a bordo di un'auto, è stato rintracciato nella sua abitazione di Saint-Quentin-Fallavier, ora oggetto di perquisizione.

Le indagini sono state affidate all'antiterrorismo. Il ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve ha reso noto che l'uomo è stato sotto osservazione per radicalismo dal 2006 al 2008 ma non era mai stato fermato per atti terroristici. Forse era appartenente a frange salafite. E ha raccontato che a fermare l'attentatore è stato un pompiere dell'Sdis, Servizio dipartimentale per gli incendi e il soccorso: "Il sangue freddo di un pompiere ha permesso l'arresto del criminale".

Il presidente francese Hollande
ll presidente francese, Francois Hollande, ha confermato che l'attentato è di natura "terroristica" e ha aggiunto che l'uomo arrestato è stato identificato. "Non abbiamo dubbi che volessero far saltare l'intero complesso industrialeNon bisogna cedere alla paura".

Solidarietà a Hollande è giunta anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha fatto pervenire al presidente francese un messaggio nel quale esprime "lo sdegno e la condanna per il barbaro attacco omicida avvenuto questa mattina a Saint-Quentin-Fallavier e invia al popolo francese, già duramente colpito dall'attentato terroristico del 7 gennaio scorso, il cordoglio e la solidarietà dell'Italia intera".

L'attentato a Lione conferma l'esistenza di "minacce significative all'interno dei Paesi europei" ha affermato il permier Matteo Renzi parlando in conferenza stampa a Bruxelles. "Tunisia, Kuwait, Francia: Europa e mondo arabo uniti come vittime e nella risposta. I terroristi voglio dividerci, invece ci uniscono sempre di più", ha scritto in un tweet l'Alto rappresentante per la politica Estera Ue Federica Mogherini, che ha legato i fatti francesi con gli attacchi terroristici che oggi hanno scosso anche il Kuwait e la Tunisia.
(La Repubblica)

Nessun commento:

Posta un commento