martedì 16 giugno 2015

Orrore in India, stuprata una bambina di tre anni

Una nuova scena di violenza in India. Una bambina di soli tre anni violentata e seviziata
La bambina sarebbe stata adescata da un conoscente, minacciata con un coltello e trascinata in un campo per essere seviziata anche con un bastone di legno. È grave.

Secondo quanto riportano i media indiani, la bambina è ora in gravi condizioni (ma non in pericolo di vita), dopo aver subito un intervento chirurgico in un ospedale della capitale di New Dehli.

La bimba di tre anni vive in una baraccopoli di Sarojini Nagar (quartiere periferico di New Delhi) ed è stata aggredita sabato sera. Minacciata con un coltello, è stata trascinata con violenza in un terreno abbandonato dove è stata infine stuprata. Sono stati alcuni abitanti della zona a trovarla, sanguinante e in lacrime, e a portarla all'ospedale. La piccola è stata operata d'urgenza ed ora è in rianimazione. Secondo quanto appurato dai medici che l'hanno presa in cura, la bambina sarebbe stata seviziata anche con un oggetto di legno.

Secondo la polizia, ad adescare la piccola sarebbe stato un conoscente della famiglia. L'Indian Express ha riferito che un giovane di 22 anni è stato arrestato.

È gravissima la situazione in India relativamente alla violenza della donna, solo a New Delhi nel 2014 ci sono state 1.700 stupri. La radice del problema è una società patriarcale sopravvissuta all'impatto con la globalizzazione che ancora oggi, nelle campagne come nelle metropoli del boom indiano, in larga parte discrimina sistematicamente le donne di ogni età, casta e ceto sociale dove spesso la violenza sessuale compiuta ai danni di una ragazza di ceto inferiore è addirittura tollerato.

Nessun commento:

Posta un commento