venerdì 5 giugno 2015

Polemiche in Italia per un video che promuove il vino friulano in Russia

Modelle nude per promuovere il vino friulano in Russia, scoppia la polemica in Regione.
E internet si scatena

In tempo di Expo, embargo europeo in Russia, embargo Russo per i prodotti europei, e il Friuli terra ricca del "nettare di Bacco", il vino appunto, ma anche di belle donne.

Ed ecco l'idea, utilizzare il corpo femminile per "vendere" il vino friulano ai russi. Per i russi, dove probabilmente il nudo femminile non fa scandalo è tutto normale, ma in Italia, dove per un capezzolo in pubblico si scandalizzano, scoppia puntuale la polemica.

Nulla da dire dire sul nudo femminile, resta il dubbio se era il caso di usare il "nudo integrale" di quattro bellissime ragazze mentre dalle colline friulane di "godono" la vista dei vigneti sui colli orientali del Friuli. C'è solo da capire che c'entra il seno femminile con il vino, ma si sa, anche l'arte è l'anima del commercio. E un nudo femminile "artistico" per nulla volgare, è decisamente bello.

Di sicuro la campagna pubblicitaria per vendere il vino friulano ai russi ha già raggiunto il suo obiettivo, far parlare di se.

Belle, ammiccanti .. e nude. Nulla è lasciato alla fantasia di chi guarda. Lato A e lato B non hanno segreti. È il loro utilizzo che accende le polemiche. Perché le moderne baccanti promuovono il Friuli. O meglio, il vino friulano. L’idea, riprodotta in un calendario e in un video di 2 minuti e 48 secondi, è della Simple, il più grande distributore di vino italiano in Russia.

Le location sono di due prestigiose aziende locali, Marco Felluga e Volpe Pasini. Il video fa il giro della rete, scuote alcuni internauti di Slowine, pagine internet di Slow food, e arriva alla consigliere regionale del M5S, Eleonora Frattolin, che promette un’interpellanza in Aula, per capire se e come tutelare l’immagine del Friuli Venezia Giulia.

L’idea è un po’ vecchiotta, ma non impedirà al video d’essere cliccatissimo. Le protagoniste sono quattro modelle russe, che si aggirano tra vigneti e case padronali, parlottano, sorridono, si sfiorano, vengano riprese in pose anche improbabili o distese in spazi incerti. Sono così sinuose da riuscire a infilarsi in grandi anfore da cui fare capolino. Vestite solo da una coroncina di fiori e foglie riescono anche a mimare la vendemmia nella fase della pigiatura dell’uva con i piedi.
(Fonte Messaggero Veneto)

Questo filmato per la promozione del vino friulano sul mercato russo ha scatenato un vespaio di polemiche.
Avvertenza .. nel video sono riprese ragazze senza veli.


Nessun commento:

Posta un commento