lunedì 6 luglio 2015

Allarme malnutrizione severa in Niger. Ogni anno muoiono più di 4 mila bambini

La malnutrizione severa in Niger continua a spianare la strada ad una malattia generata da mancanza di igiene, fame e povertà. Si tratta della "noma", una malattia che provoca la distruzione dei tessuti ossei e molli del viso. L'allarme proviene dalla Fondazione caritativa svizzera Sentinelles impegnata in Niger.

La malattia della "noma" attualmente colpisce soprattutto i bambini della fascia di età tra 2 e 6 anni che vivono nelle regioni più povere del mondo.

La causa principale è lo stato di estrema denutrizione dei soggetti colpiti, unita alla mancanza di acqua potabile. L’affezione, di solito è conseguente a malattie come morbillo, scarlattina, tifo, polmonite, malaria. La cancrena si estende rapidamente dando luogo alla distruzione della guancia e delle regioni vicine. Le linfoghiandole regionali s’ingrossano provocando febbre alta, e in una fase inoltrata del male, si ha anche profonda compromissione dello stato generale - leggi di più -

"È una malattia che si sviluppa in maniera molto rapida". La necrosi si sviluppa in 72 ore. Secondo le Nazioni Unite, la malnutrizione in Niger è in gran parte causata dalla mancanza di nutrienti essenziali per i bambini, che indebolisce il loro sistema immunitario contro malattie comuni.

La malnutrizione causa ogni anno nel Paese la morte tra i quattro e i seimila bambini, e secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, molti Paesi africani e sudamericani contano casi di infezione, ma è il Niger il paese più colpito.

In tutto il mondo la malattia del "noma" provoca la morte di circa 180 mila persone, e per la gran parte sono bambini.
(Agenzia Fides)
Per scelta in questo articolo non abbiamo pubblicato fotografie con bambini gravemente malnutriti



Nessun commento:

Posta un commento