domenica 3 aprile 2011

The Ghost of Tom Joad - Bruce Springsteen (1995)

Primi anni '30, Tom Joad uscito di prigione scopre che la terra della fattoria di famiglia è stata espropriata dalle banche. Senz'altra scelta carica i nonni ed i famigliari su un camion e partono verso la California con le loro poche cose e la promessa di una terra fertile. Conosceranno lotta, miseria e paghe da fame, ma i sopravvissuti si rimetteranno in piedi.
Le tematiche trattate dai testi, così come la musica e gli arrangiamenti, più folk e acustici, richiamano l'album di Springsteen del 1982 Nebraska. Tom Joad è il protagonista del romanzo di John Steinbeck The Grapes of Wrath (Furore in italiano) e dell'omonima riproposizione cinematografica di John Ford. Le canzoni, quasi tutte ambientate sul confine con il Messico, parlano dei problemi degli immigrati messicani negli Stati Uniti, o della Seconda guerra mondiale vista dalla gente comune.
Tutto l'album "The Ghost of Tom Joad" (1995) direttamente dal sito ufficiale di Bruce Springsteen

Il Fantasma di Tom Joad (testo tradotto)
Uomini camminano lungo i binari,
vanno in un posto da cui non si ritorna,
elicotteri della polizia stradale arrivano dalla colline,
minestra scaldata al fuoco
degli accampamenti sotto il pontela fila
per un soccorso è così lunga da girare l’angolo,
benvenuti al nuovo ordine mondiale.
Famiglie dormono nelle loro macchine
nel Sudovest senza casa,
senza lavoro, senza pace, senza riposo.
L’autostrada è viva stasera
ma nessuno prende in giro
nessuno su dove porti,
sto qui seduto alla luce del falò
cercando il fantasma di Tom Joad. 
Lui prende un libro di preghiere
dal proprio sacco a pelo,
il predicatore accende una sigaretta
e aspira aspettando il giorno in cui
l’ultimo sarà il primo e il primo sarà l’ultimo
dentro una scatola di cartone
nel sottopassaggio hai un biglietto
di sola andata verso la terra promessa,
hai un buco nello stomaco per la fame
e una pistola in mano
dormi su un cuscino di pietra dura
ti lavi negli acquedotti della città.
L’autostrada è viva stasera,
tutti sanno dove porti,
sto qui seduto alla luce del falò
cercando il fantasma di Tom Joad. 
Tom disse “mamma, ovunque trovi
un poliziotto che picchia un ragazzo,
ovunque trovi un neonato che piange per la fame
dove ci sia nell'aria la voglia di lottare
contro il sangue e l’odio cercami,
mamma, io sarò lì ovunque trovi qualcuno
che combatte per un posto dove vivere
o un lavoro dignitoso, un aiuto,
ovunque trovi qualcuno che lotta
per essere libero,
guarda nei loro occhi, mamma, vedrai me”. beh...  
L’autostrada è viva stasera
ma nessuno prende in giro
nessuno su dove porti,
sto qui seduto alla luce del falò
con il fantasma di Tom Joad.


Nessun commento:

Posta un commento